E’ doppio il rischio di sviluppare la malattia in immunodepressi