Prosegue collaborazione per studio su patologie congenite