Spazio a chi finora ha giocato di meno, da Pereiro a Pavoletti