Il terzo volume Inail con le schede di rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori si sofferma anche sulla produzione di gelati senza vendita diretta al pubblico e sulla produzione di cacao in polvere, cioccolato, caramelle e confetterie.