I ricercatori dell’Università di Siena, che si trovano a bordo della nave oceanografica Astrea insieme ai ricercatori di ISPRA, nell’ambito del progetto Mo.Ri.net , stanno monitorando la presenza di microplastiche sia sulla superficie marina che sulla colonna d’acqua. Il progetto Mo.Ri.net (Monitoraggio, censimento, raccolta e avvio al Riciclo delle reti fantasma: i pescatori protagonisti della salvaguardia del mare) ha lo scopo di dare un contributo tangibile alla risoluzione della problematica dei rifiuti galleggianti e depositati sul fondo marino, responsabili di un impatto ambientale diretto e molto serio nei confronti dell’ecosistema e di habitat e specie protetti.