È il commento del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, per la conclusione della vertenza sui lavoratori del call center di Palermo