A gennaio 2024 ISPRA ha stipulato la convenzione con  l’Agenzia regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna  e  l’Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po  per studiare le cause d’innesco, i cinematismi e la propagazione del movimento franoso di Calita, nei pressi della località di Baiso (Reggio Emilia).