Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 119 del 23 maggio 2022 la Legge 19 maggio 2022, n. 52 di conversione con modificazioni, del decreto-legge 24 marzo 2022, n. 24, recante disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da COVID-19, in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza. In vigore dal 24 maggio 2022.

Qui il testo coordinato pubblicato sulla stessa Gazzetta Ufficiale. Qui la nota del Ministero del Lavoro che riassume le novità riguardanti il lavoro.

Elenchiamo:

  • periodo di assenza dal servizio equiparato al ricovero ospedaliero fino al 30 giugno 2022 per “soggetti affetti dalle patologie croniche con scarso compenso clinico e con particolare connotazione di gravità, inclusi i lavoratori in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità e assenza dal servizio equiparata a ricovero ospedaliero”; rimborso forfettario per i datori di lavoro privati per oneri corrisposti a dipendenti non aventi diritto di indennità Inps: (articolo 10 comma 1-bis) “Esclusivamente per i soggetti affetti dalle patologie e condizioni individuate dal decreto del Ministro della salute adottato ai sensi dell’articolo 17, comma 2, del decreto-legge 24 dicembre 2021, n. 221, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 febbraio 2022, n. 11, la disciplina di cui all’articolo 26, commi 2 e 7-bis, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, è prorogata fino al 30 giugno 2022″;
  • lavoro agile lavoratori fragili fino al 30 giugno 2022 o diversa mansione e formazione professionale anche a distanza;
  • fino al 31 agosto procedura semplificata comunicazione smart working nel privato;;
  • 31 luglio sorveglianza sanitaria lavoratori maggiormente esposti;
  • 31 luglio 2022 lavoro agile “genitori lavoratori dipendenti del settore privato che hanno almeno un figlio minore di 14 anni, a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa o che non vi sia genitore non lavoratore, hanno diritto a svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile anche in assenza degli accordi individuali e a condizione che tale modalità sia compatibile con le caratteristiche della prestazione” e lavoro agile lavoratori esposti a rischio contagio su valutazione del medico competente (proroga in allegato B della legge sulle disposizioni da articolo 90; del Dl 77/2020);
  • formazione obbligatoria sicurezza lavoro in presenza e a distanza fino all’adozione dell’accordo di cui all’art. 37, comma 2, del D.Lgs. n. 81/2008, non per attività che prevedono prove pratiche e addestramento. “(Art. 9 bis – Disciplina della formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Nelle more dell’adozione dell’accordo di cui all’articolo 37, comma 2, secondo periodo, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, la formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza sul lavoro può essere erogata sia con la modalità in presenza sia con la modalità a distanza, attraverso la metodologia della videoconferenza in modalità sincrona, tranne che per le attività formative per le quali siano previsti dalla legge e da accordi adottati in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo
    Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano un
    addestramento o una prova pratica, che devono svolgersi
    obbligatoriamente in presenza”. (Leggi anche Dl Fiscale e circolare 16 febbraio 2022 Inl).

Le altre misure:

  • autorizzati nuovi concorsi presso la Lega italiana per la lotta contro i tumori, 2022-2024;
  • obbligo Ffp2 sui mezzi di trasporto fino al 15 giugno 2022;
  • Ffp2 fino al 15 giugno spettacoli aperti al pubblico che si svolgono al chiuso in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati, nonché per gli eventi e le competizioni sportivi che si svolgono al chiuso;
  • mascherine fino al 15 giugno strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali;
  • conferimento di incarichi di lavoro autonomo sanitari in quiescenza fino al 31 dicembre 2022;
  • prestazioni sanitarie idoneità alla donazione, alla produzione, distribuzione e assegnazione del sangue effettuate in telemedicina;
  • articolo 14-bis, disposizioni volte a favorire l’attuazione degli interventi a tutela delle persone con disturbi dello spettro autistico, nuovo decreto tra tre mesi per utilizzare il Fondo, per ricerca, 50% risorse per incremento personale sanitario, formazione, reti territoriali, progetti di vita.

FONTE: QUOTIDIANO SICUREZZA

L’articolo Conversione in legge del Dl 14 marzo 2022 n.24 in Gazzetta Ufficiale proviene da Quotidiano Sicurezza.