Dal XVIII rapporto curato dalla Consulenza statistico-attuariale INAIL emergono, alla data del 30 giugno, quasi 177.000 casi, di cui solo 157 riferiti al mese di giugno. È il numero più basso registrato da un anno e mezzo a questa parte, molto inferiore anche alle circa 500 infezioni del luglio 2020.