Per esperti c’è il rischio di una recrudescenza della malattia