Non è obbligatorio, priorità a fragili e persone a rischio