Il 17 novembre si riunisce il Tavolo Tecnico, costituito da 15 Regioni, 1 Provincia autonoma e 13 ARPA. Si avvia così la seconda fase delle attività per definire i criteri di valutazione del rischio finalizzati ad individuare l’ordine di priorità degli interventi nei Piani Regionali per la Bonifica delle aree inquinate (PRB).  Infatti, l’art. 199, comma 6, lettera a) del D.lgs. 152/06 attribuisce questo compito all’ISPRA che ha deciso di condividere il lavoro con gli enti coinvolti nel tema: Regioni/Province Autonome e Agenzie per la protezione dell’ambiente. Il Tavolo ha l’obiettivo di testare la flessibilità della metodologia già individuata nella prima fase delle attività, presentata nel workshop dello scorso maggio ed illustrata nel Rapporto “ Criteri di valutazione del rischio per l’individuazione dell’ordine di priorità degli interventi di bonifica. Fase 1 ” (365/2022)