A seguito dell’incendio del traghetto Euroferry Olympia della compagnia Grimaldi Lines, avvenuto a nord di Corfù, a largo dell’isola di Erikoussa, mentre era in navigazione da Igoumenitsa a Brindisi, l’Amm. Isp. a.r. (CP) Aurelio Caligiore (comandante del Reparto Ambientale Marino delle Capitanerie di Porto) ha richiesto il supporto tecnico dell’ISPRA per una valutazione delle conseguenze ambientali determinate dal sinistro. Il Centro Nazionale per le crisi, emergenze ambientali e danno dell’ISPRA ha inviato sul posto un proprio esperto e sta fornendo un supporto da remoto con il personale attivato in emergenza, rilasciando anche informazioni sulle previsioni meteo marine che interessano la zona delle operazioni. L’incendio, si è sviluppato attorno alle 4.30 del 18 febbraio, e sono state tratte in salvo 277 persone su un totale di 288 passeggieri (compreso il personale di bordo). Per il momento le principali preoccupazioni ambientali sono legate al rilascio in mare delle acque utilizzate per lo spegnimento dell’incendio, che possono contenere inquinanti combusti provenienti dai mezzi (camion e macchine) presenti nelle stive. Seguiranno comunque aggiornamenti sull’evolversi della situazione e sulla base delle informazioni provenienti dalla zona delle operazioni.