Pubblicati dall’Ispettorato nazionale del lavoro il 16 novembre 2022 i dati della Relazione annuale sulle convalide delle dimissioni e risoluzioni consensuali delle lavoratrici madri e dei lavoratori padri ai sensi dell’art. 55 del Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. 151 – Anno 2021.

Riassumiamo i dati in elenco:

  • 52.436 convalide nel 2021 di cui il 92,8% emessedall’Inl;
  • dimissioni volontarie 94% delle convalide (49.513);
  • 37.662 (il 71,8%) donne e 14.774 (28,2%) uomini;
  • dato convalide donne: delle 71,5% dimissioni volontarie, 87,5% giusta causa e 61,6% delle risoluzioni consensuali;
  • +10mila il totale rispetto al 2021, valori tornati alla situazione prepandemica;
  • 29 – 44 anni il 77% delle convalide;
  • 60,3% ha 1 figlio,;
  • 86% italiani;
  • 53% impiegati;
  • 39% operai;
  • 26.345 entro i tre anni di servizio;
  • da 3 a 10 anni di servizio 20.153;
  • terziario il settore maggiormente coinvolto;
  • 68% ovvero 35.640 convalide si riferiscono a rapporti di lavoro a tempo pieno, 16.796 part time;
  • motivazioni: 36% altra azienda, 34% difficoltà conciliazione lavoro cura famiglia dovute ai servizi di cura, 34% difficoltà conciliazione lavoro cura famiglia dovute all’azienda;
  • 67% del totale al Nord.

FONTE: QUOTIDIANO SICUREZZA

L’articolo Inl, relazione convalide dimissioni lavoratrici madri lavoratori padri 2021 proviene da Quotidiano Sicurezza.