Confermata la sentenza di primo grado, assolto da diffamazione