L’agricoltura, con inclusa la zootecnia, viene spesso indicata come un’importante fonte di emissione di gas climalteranti, anche se i dati resi disponibili dalle organizzazioni internazionali (IPCC, FAO) e nazionali (ISPRA) indicano un contributo meno rilevante rispetto a quello di altre attività umane. Rimane comunque prioritario agire in ottemperanza alle politiche comunitarie e nazionali per mitigare il contributo del settore primario (produzione agricola, uso del suolo e cambiamento di destinazione d’uso del suolo) all’effetto serra ed al cambiamento climatico.