Endocrinologi e ginecologi, si permetta l’uso per i pazienti