Si tratta di uno dei risultati del protocollo d’intesa stipulato nel 2017 che prevedeva, tra l’altro, la formazione di legali su tutto il territorio nazionale per il contrasto alle discriminazioni di genere nei luoghi di lavoro