La pronuncia Consiglio di Stato n. 4802/2021, a definizione del contenzioso amministrativo riguardante lo stabilimento siderurgico ILVA di Taranto, trae origine dall’impugnazione, proposta dalle società ILVA e Arcelor Mittal S.p.A. (proprietaria e gestrice dell’impianto) avanti il TAR Puglia-Lecce, dell’ordinanza contingibile e urgente adottata dal Sindaco del Comune di Taranto a oggetto il “rischio sanitario derivante dalla produzione dello stabilimento siderurgico ex ILVA – Arcelor Mittal di Taranto – emissioni in atmosfera dovute ad anomalie impiantistiche – Ordinanza di eliminazione del rischio e, in via conseguente, di sospensione delle attività” (ordinanza n. 15/2020)