La ristrutturazione edilizia si considera nuova costruzione ai fini del rispetto delle distanze legali anche quando aumenta l’altezza dell’edificio. In questi casi, però, non è necessario l’arretramento dell’intero fabbricato, ma è sufficiente la demolizione delle sole parti eccedenti.

L’articolo Quando la ristrutturazione edilizia si considera nuova costruzione? proviene da Teknoring.