La sentenza Cass. Pen., Sez. IV, 7 settembre 2021, n. 32956, si sofferma sulla questione, particolarmente delicata e che, di regola, vede di solito soccombente il datore di lavoro nella prassi giuri-sprudenziale, della attribuibilità a titolo di colpa dell’infortunio oc-corso a un lavoratore a causa della rimozione delle c.d. sicurezze di una macchina per rendere più rapida l’attività lavorativa, a di-scapito tuttavia della sicurezza del lavoratore.