Vaccino Covid. Pubblicate dal Ministero della Salute con la circolare n.21209 dell’8 aprile 2022 nuove indicazioni sulla seconda dose di richiamo, sulle fasce di popolazione alle quali può essere destinata. Circolare che segue quella del 20 febbraio 2022 sulla seconda booster per persone con compromissione della risposta immunitaria.

Il Ministero allegando alla circolare la nota congiunta CSS, AIFA e ISS che a sua volta richiama la nota EMA e ECDC del 6 aprile 2022, preso atto del parere Cts del 5 aprile 2022 raccomanda la seconda dose booster a:

  • over 80;
  • ospiti dei presidi residenziali per anziani;
  • persone con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti over 60.

La seconda dose booster potrà essere somministrata dopo almeno 120 giorni dalla prima dose di richiamo e sarà con Comirnaty e Spikevax. Non potrà essere somministrata per ora a persone che rientrano nelle categorie citate che abbiano contratto infezione dopo la prima dose booster.

In allegato alla circolare la tabella con le Condizioni concomitanti/pre-esistenti di elevata fragilità, con indicazione alla seconda dose di richiamo.

La circolare ricorda quindi la necessità di continuare con la campagna vaccinale per coloro che ancora non abbiano ricevuto la prima dose booster e per chi già rientri nella quarta dose, “soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria, per cause legate alla
patologia di base o a trattamenti farmacologici e ai soggetti sottoposti a trapianto di organo solido”. Categorie le ultime, per le quali il ciclo vaccinale primario è già considerato di tre dosi e oggetto della citata circolare del 20 febbraio.

FONTE: QUOTIDIANO SICUREZZA

L’articolo Second booster vaccino Covid, circolare 8 aprile 2022 proviene da Quotidiano Sicurezza.