Studio, avrebbero meccanismi di riparazione Dna più efficienti