Nuovi standard costringerebbero Apple a modifiche